La mia giornata da au pair

Bentornati! Vi ho già spiegato a grandi linee che un au pair vive con una famiglia locale e in cambio di vitto, alloggio e paghetta settimanale si prende cura dei bambini. Adesso voglio entrare più nel dettaglio e raccontare come sono le mie giornate a stelle e strisce.

Lavorando nella casa in cui vivo, molte volte capita di svegliarmi alle 6:25 per essere operativa alle 6:30. Il tempo di fare pipì, vestirmi e vado in cucina. Solitamente però la mia sveglia è alle 6 di mattina. Il mio primo compito è preparare il pranzo per la scuola. Qui la mensa scolastica è un po’ un’utopia e i bambini si portano il pranzo a sacco tutti i giorni. I miei host kids ( è così che chiamiamo i nostri cuccioli) si svegliano da soli verso le 7, o anche prima, e sanno già che mi troveranno in cucina. La prima cosa che mi dicono è ” I want breakfast”. La mattina è un tour de force! In 35 minuti preparo la colazione, aiuto il piccolino a vestirsi e urlo alla grande di fare lo stesso, dentini da lavare, capelli da pettinare, protezione solare perchè in Cali serve realmente,  i calzini poi si mettono sempre alla fine ( mah) e siamo pronti per andare a scuola. Il lunedì mattina va anche fatta la doccia.

A scuola andiamo a piedi e durante il tragitto ci fermiamo sempre a salutare i nonni. Io e il nonno ( 79 anni ma è più in forma di me e te messi insieme) li accompagniamo e sono esattamente 880 metri di distanza. Ok ok, non sono tantissimi. Ma vi ho mai detto che vivo in cima ad una collina? Non è tanto portarli a scuola..ma risalire su a casa. E sì, il nonno lo fa tutti i giorni.

Alle 8:30 sono di solito a casa, sempre con il fiatone e sudata sia in inverno e immaginatevi adesso con 26 gradi anche alle 8 di mattina. Nonostante i bambini siano a scuola ho ancora un po’ di lavoro da fare. Svuoto e ricarico la lavostoglie, pulisco la cucina sporca della colazione, rifaccio i letti dei bambini e la lavatrice se serve. Fatto ciò, inizio a vivere haha. Diciamo che faccio tutte queste cose ancora mezza addormentata. Adesso finalmente faccio la mia solita ed enorme colazione ( che mi mancherà come la marmellata su un PBJ sandwich senza Jelly), mi do una sistemata veloce e mi rimetto a dormire ahahaha. Nah, magari riuscissi a dormire di nuovo.

Nel mio tempo libero vado un po’ a momenti. Le mie amiche sanno che ho i miei tempi, quindi prima delle 10-11 non esco mai. La mattina è il momento delle chiamate con l’Italia, genitori, fidanzato e poi posso uscire. La cosa che preferisco fare è hiking, ovvero andare a camminare\correre e qui ci sono panorami stupendi. ( il trail più famoso è sicuramente quello che porta alla scritta di Hollywood). Cerco di andare almeno 2 volte alla settimana.

13932893_10208563438956541_4853520917730327941_n
Non è la scritta di Hollywood, ma si trova di fronte casa mia. Comodo.

Se non sono in vena sportiva, vado al centro commerciale a scroccare campioncini di fondotinta e profumo da Sephora o a guardare qualche vestitino carino che non posso comprare perchè ho solo 2 valigie per tornare a casa; oppure vado a fare una passeggiata sulla Walk of Fame o a Beverly Hills a prendere un coffee da Starbucks.

 

Quando incontro le mie amiche di solito finisce sempre che andiamo a mangiare…pizza e froyo FOREVER.  Ci sono poi le giornate pigre in cui le serie tv sono l’unica cosa che conta e se fa proprio tanto caldo mi butto in piscina e mi godo gli ultimi giorni da pseudo vip hollywoodiana.  Almeno due volte alla settimana mi tocca andare a fare la spesa, o il frigo piange.

I miei bambini restano a scuola fino alle 5, ad eccezione del martedì e mercoledì che finiscono alle 2:30. In realtà l’orario scolastico è 8-2:30 ma ai genitori piace tenerli impegnati. Anyway, dopo esserli andata a prendere li porto a casa dei nonni ( lo so, sono moooolto fortunata, ma vi giuro che se non ce li porto la nonna mi minaccia su whatsapp) e vado poi a riprenderli alle 5:30. O meglio, arrivo lì, doccia per entrambi, mettono il pigiamino, abbraccio per i nonni e verso le 6:30 si va a casa per cena.

Adesso sto di nuovo lavorando, preparo con il papà la cena ai bambini e dopo mangiato il mio compito è pensare alla cucina. Quindi pulisco tutto, metto i piatti in lavastoglie e quando finisco rincorro il piccolino per lavargli i denti. Ecco, questa è l’ultimo job del giorno. Di solito sono libera alle 8, ma dipende un po’ da quante pentole devo pulire. Diciamo che cerco sempre di finire per le 8. Quando il mio lavoro è terminato vado in camera mia, che è un po’ la mia casetta. Se chiudo anche la porta vuol dire che ho proprio finito, ciao a tutti a domani nonvenitearompere, e i bambini sanno che devono rispettare il mio tempo off. Se invece lascio la porta aperta, sanno che possono venire tranquillamente. Doccia, mascherine di bellezza, tv e si dorme.

 

P.S. Ricordatevi di iscrivervi per rimanere sempre aggiornati 🙂

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...