Stereotipi sugli americani: vero o falso?

Come sempre mi piace dirvi da dove sto scrivendo e oggi mi trovo con i piedi ben ancorati a terra. Sono in un ostello in quella che chiamano Old Philly, or vecchia Philadelphia, o detta terra terra Filadelfia. Dovrei dormire  ma ancora non ho superato il jet-lag..sono ben 3 ore di differenza rispetto a LA! Non prendetemi in giro.

Anche questa volta ho cambiato idea su cosa scrivere nel momento esatto in cui ho appoggiato le mani sulla tastiera. Sono settimane che voglio pubblicare un articolo sulle stranezze culinarie che mi stanno deliziando qua ma ogni volta prendo una strada diversa. Ma tranquilli che condividerò con voi tutte queste squisitezze haahah.

Ho optato invece per un giochino, il classico vero o falso, andando a supportare o smontare quelli sono gli stereotipi sul popolo di Trump. Premessa mooooolto importante: gli States sono immensi, non esiste solo New York come in molti pensano, e ogni stato è diverso dall’altro. È come se mettessimo a confronto la Svezia con la Polonia, la Francia e la Lettonia, un pesce e un comodino. Io, come sempre, vi racconterò le cose dal mio punto di vista, rispetto a quello che ho visto io a Seattle, a Los Angeles e durante i miei viaggi. MA non e’ una verita’ assoluta, è solo Milena’s opinion.

Partiamo.

1. Sono tutti grassi. FALSO. Amici miei, non ho mai mangiato cosi’ salutare da quando mi sono trasferita qua. Mia mamma e’ ancora profondamente offesa dal fatto che io abbia iniziato a mangiare verdure solamente adesso, ma e’ cosi’. Soprattutto sulla West Coast ( Cali And Co.) sono molto attenti alla dieta. I carboidrati sono il nemico numero uno, spopolano frullati proteici e succhi di verdure. Ho letto una meme divertentissima che diceva piu’ o meno ” A Los Angeles si potrebbe rapinare un super market con una baguette” ahahha. In questi due anni ne ho viste di persone grasse, ma come ne vedo in Italia e in altri paesi. Credo che lo stereotipo  nasca dalla presenza di tutti questi fast food, McDonald’s, Burger King, Wendy’s,  In and Out, Taco Bell e ce ne sono davvero tanti e di tipi diversi. In due anni sono andata al McDonald’s solo 4 volte e e solamente perché non c’era altra soluzione. A Firenze, dopo le lezioni all’uni, facevo sempre merenda con i nuggets.. Essendo un paese multiculturale si trova cibo variegato da tutto il mondo, ( io amo il messicano e il thai) cinese, giapponese, italiano, argentino, indiano, arabo, greco..quindi perche’ limitarsi ad un hamburger? Sono inoltre molto fissati con la palestra, voi vi alzereste alle 5 per andare in palestra? Ecco, loro si’.

2. Fanno tutto in grande. VERO. Tutto e’ grande. TUTTO. Hanno questa mania di comprare cose grandi e in grande quantita’. Qui esiste Costco, una specie di mmm, chiedo l’aiuto del pubblico. Non riesco a trovare un qualcosa di simile in Italia. Costco e’ il paradiso del consumismo, da Costco non compri un pacco di pasta, ma una scatola con 10 pacchi di pasta; non compri una scatola di merendine, ma minimo 70-80. Secondo me gli americani si sentono troppo condizionati dal fatto che nei film la meteora colpisce sempre loro..Vivono in una costante preparazione alla fine del mondo. Le macchine sono giganti, una ruota e’ alta quanto me. Macchine grandi=strade ancora piu’ grandi. Le porzioni ai ristoranti sono giganti, le fragole sono grandissime, il caffe’ e’ piu’ lungo e messo in bicchieroni e anche le taglie dei vestiti sono piu’ grandi ( pensate la grande delusione delusione di tornare in Italia e non essere piu’ una xs da H&M).

3. Hanno tutti le pistole. FALSO. Mai vista una. Non sto dicendo che non ne abbiano, o che non sia facile comprarle ma non e’ che ci camminino per la strada. Ho sentito storie sul Texas pero’..Quello che voglio dire e’ che non e’ come lo immaginiamo. Diciamo la verita’, noi abbiamo in testa il disegnino del vecchietto con il cappello da cowboy e la pistola in vita, non funziona proprio cosi’. Solitamente si tengono dentro casa, per protezione certo, ma alcune persone le comprano solo per tenerle in bella mostra nel salotto di casa. In Cali l’unica cosa con cui gira la gente e’ il tappettino per fare yoga.

4. Sono gentili. VERO. VERISSIMO. Partiamo dalle basi, dovunque vai ti chiedono come stai. ” Hi, how are you?” o ” how are you doing today?” sono le prime due frasi che si imparano al corso base per essere commessi. ahaha Che poi sappiamo che non gliene importa niente di come stiamo ma fa sentire bene..Altro esempio, al supermercato il cassiere ti chiede sempre ( dopo averti chiesto come stai ovviamente) se hai trovato tutto quello che ti serve e se anche solo tentenni ecco che arrivano i rinforzi ad aiutarti. Se invece la risposta è affermativa arrivano rinforzi comunque per metterti la spesa nelle buste. Ah, quanto mi mancherà. Il cliente ha sempre ragione. Non ti piace quello che mangi? Bene, lo rimandi indietro e provi altro; il pantalone ti e’ diventato stretto? Bene ( mica tanto), torni in negozio anche senza scontrino e ti rimettono i soldi direttamente sulla carta. E potrei continuare all’infinito…I servizi che offrono sono davvero mirati all’attenzione per il cliente.

5. Si credono al centro del mondo. VERO. Questo è un discorso molto ampio. Gli Stati Uniti hanno fatto del patriottismo un segno distintivo. Ci sono bandiere ovunque, davanti le case, i negozi, le scuole, a caso per la strada. I bambini imparano il giuramento alla bandiera già all’asilo e tutte le mattine si ripete prima delle lezioni ( e anche prima delle recite scolastiche ecc). È un popolo che si ama. Si scherza molto sul fatto che gli americani siano ignoranti riguardo gli altri paesi, ed è vero, non sono dei geni. Ma hanno davvero bisogno di sapere dove si trova la Germania? O che la Sicilia fa parte dell’Italia? La maggior parte degli statunitensi non ha nemmeno il passaporto, non hanno bisogno di vedere altro, loro hanno già tutto. E di chi è la colpa? Mia, nostra che glielo facciamo pure credere ahahah. La Apple, la Coca Cola, Google, Amazon, l’industria cinematografica…hanno tutto loro hahah potrebbero scomparire tutte le altre nazioni del mondo ma loro sopravviverebbero benissimo da soli. Non pensiamo nemmeno al contrario ahhaah un mondo senza Iphone o shopping online..disaster.

6. Si vestono male. VERO. Non mi esprimo, non voglio avere gli incubi stanotte.

7. Sono tutti ricchi. FALSO. Questa è una bella favola. The American dream. Noi au pair abbiamo la fortuna di abitare con famiglie benestanti, in case bellissime e con tutti gli agi. Ma non è la realtà delle cose. Ci sono tante famiglie povere, tanti ragazzi che fanno mille lavori per pagare il mutuo del college, i senzatetto sono dovunque. Niente è regalato, si fatica davvero qua. Hanno orari di lavoro interminabili ( pensate che la maggior parte dei supermercati e fast food sono aperti 24h. Figo eh? Andare alla Coop alle 10 di sera), mettono la carriera al primo posto sacrificando la famiglia, studiano come matti per entrare nelle università più prestigiose e, come ho detto prima, molti ragazzi della nostra età richiedono un mutuo per poter andare al  college. La vita non è come quella che vediamo nel film o nelle serie tv, quella è una favola. La realtà è un’altra cosa.

P.S. Ricordatevi di iscrivervi per rimanere sempre aggiornati 🙂

 

Annunci

Un pensiero su “Stereotipi sugli americani: vero o falso?

  1. Pingback: Di ritorno in Italia | Milena On The Road

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...