Ecco perchè non sto solo perdendo tempo

Oggi mi sento in vena abbastanza polemica e ho deciso di rispondere a quelli che due anni fa mi dicevano ” eh ma se dovevi fare la babysitter potevi rimanere in Italia”. Leggo le storie di tante ragazze che vorrebbero partire ma i genitori reputano tutto ciò una perdita di tempo. Ho deciso quindi di spiegare meglio cosa comporta questa perdita tempo. Leggete attentamente, non crederete ai vostri occhi.

Diciamo pure che io sia venuta qui per fare la babysitter, e quindi? I bambini italiani mi stavano antipatici e ho deciso di darmi ai bambini made in the US ahhaha Scherzo ovviamente, i bambini sono tutti belli e buoni ( e qui tutte le au pair che leggono il blog staranno morendo dal ridere). Vabbè, mi sono persa, il punto era un altro. Cosa frega alla gente se uno decide di andare in Spagna, o in Germania o in Burundi a vendere deterviso per i piatti porta a porta? Mia mamma dice sempre: in Comune ci sono 100euro per chi si fà i fatti propri; i 100euro sono ancora lì, mai nessuno se li è presi”.
Did you get it? Ognuno è libero di fare ciò che vuole e si sente di fare e anzi, tanto di cappello a noi che abbiamo avuto le palle di saltare nel vuoto.

In molti la vedono come una perdita di tempo o un errore. Lasciare la propria casa, il proprio paese, la propria famiglia per andare ” a fare un’esperienza all’estero”; magari qualcuno ha interrotto gli studi o qualcun altro ha lasciato il lavoro per provare qualcosa di nuovo. Soprattutto genitori un po’ all’antica faticano a mandare giu l’idea, in particolar modo se non si finiscono prima gli studi. Sarà una coincidenza che io ho aspettato di laurearmi prima di partire? ( Figurati mamma, non vedevo l’ora di essere disocc ops laureata). Ragazzi, tutto ciò che si crede di aver perso o lasciato partendo, si ritrova qua moltiplicato per 100. Non si perde nulla. Si vince solamente. Su tutti i fronti.

14068119_10208612044691654_7131753217296518917_nParlando della mia esperienza diretta direi che fare la “babysitter”, come diconogli haters, mi ha regalato tantissimo, più di quello che avrei mai desiderato. Ho viaggiato, scoperto, visitato, conosciuto, sperimentato, assaporato, sognato e realizzato. Pensate a quei luoghi che vedete solo grazie ai film, o di cui conoscete solo il nome e ve li immaginate nella vostra mente, quei posti che sognate di visitare ma sembrano impossibili da raggiungere. Fare la “babysitter” mi ha permesso di visitare questi posti e addirittura di vivere in altri. Ve ne mostro alcuni..

 

Una parte fondamentale quando si vive all’estero sono le  nuove amicizie. Chi ha vissuto fuori casa, o è stato in Erasmus mi capirà perfettamente. I legami che nascono durante queste esperienze sono speciali, forti, profondi perchè si condividono tante cose, ci si può confidare su argomenti comuni e soprattutto questi amici diventeranno la tua famiglia. In questi mesi ho conosciuto persone bellissime, amici che porterò sempre con me, amici da ogni parte del mondo che ti faranno sentire un po’ a casa dovunque tu vada. Conoscere persone da ogni dove è un’ispirazione continua, si scoprono nuove tradizioni e culture, ti insegnagno qualcosa di loro e tu puoi condividere qualcosa di tuo, del tuo Paese. Mi scoccia un po’ ammetterlo ma..ho anche amiche francesi, non sono cosi male dai. ( risata sarcastica). Non si dimenticano gli amici “vecchi”, quelli che hai a casa. Ci sarà quel amico che non sentirai più, quegli amici che credevi fossero veri ma ti hanno già messa nel dimenticatoio appena hai messo piede sull’aereo. Ma partire ti fa anche capire chi davvero tiene a te, chi nonostante la distanza ti pensa ( e ti ama) e vuole sapere come stai, cosa fai, dove sei stato, cosa hai mangiato..(no vabbè, l’ultima è solo per mia mamma). Questi sono i veri amici.

Ma the winner is la consapevolezza che sei cambiato, sei cresciuto , sei più forte che mai.
Guardi indietro e ti accorgi di  quanto hai realizzato solo con le tue forze, di come non sei più la persona che eri quando sei partita. Quando si è da soli, in un paese che non è il nostro, mettiamoci anche una lingua diversa, nessuno è lì ad aiutarti, nessuno ti da le soluzioni del gioco ma le devi trovare uscendo dalla tua comfort zone, spingendoti oltre i tuoi limiti.  Non c’è più la mamma che va a parlare con le persone perchè tu ti vergogni. Io che non ero in grado nemmeno di andare alla posta a pagare un bollettino, o che balbettavo per chiedere alla cassiera della Coop di darmi una busta extra..adesso parlo anche con i muri. Si diventa indipendenti e coraggiosi ed è una cosa che non nessuno può toglierti, nemmeno quando tornerai a casa.

P.S. Ricordatevi di iscrivervi per rimanere sempre aggiornati 🙂

 

Annunci

3 pensieri su “Ecco perchè non sto solo perdendo tempo

  1. Marco

    Il mondo è sempre più complesso… il nostro paese.. ( minuscolo ) provinciale corrotto..populista.. ladro.. non produce mai una classe dirigente degna… questo non è il mondo !!! Non è la frontiera..! È la decadenza… la vergogna d’Europa.. 100 volte meglio una ” au pair” in California che un ingegnere a Milano…… la prima ha mille occasioni il secondo mille delusioni… sono oltre 20 anni che i giovani italiani senza tessere!!!!! Se ne vanno… .. qui ci sono i soloni che hanno attici a loro insaputa!!!! Ci sono troie di stato a 14000 euro al mese… per questo cancro non esiste chemioterapia… non esiste nulla..ma adesso torna DeMita.. hhhhhh hhhhhhhh ..

    Mi piace

    1. milena and the big apple

      Mi piace molto il tuo pensiero. Io, a differenza di molti, non sono partita per cercare fortuna, lavoro e denaro, ma solamente per “vedere il mondo”. Ho conosciuto però tanti ragazzi che vivono qui perchè in Italia non c’era niente per loro, e questo è triste, molto.
      Milena

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...